A proposito di Cloud  e Centralini Telefonici in Cloud ne abbiamo parlato più volte su questo blog, d’altronde siamo stati precursori nel credere che queste soluzione sarebbero state predominanti nel mercato d’oggi e nelle scelte delle Aziende.

Grazie all’esperienza maturata in questi anni possiamo mettere nero su bianco quelle che sono le regole da seguire per far sì che  l’introduzione di una soluzione di Centralino Cloud venga fatta con successo in Azienda.

Il presente articolo non vuole essere esaustivo di tutti i possibili scenari, che da Cliente a Cliente possono essere i più disparati, ma questi cinque punti sono senz’altro comuni a tutte le realtà.

1 – Semplicità

Sembra banale, ma in realtà è la base di tutto. Le complicazioni non fanno altro che ostacolare l’adozione di una soluzione di Comunicazione in Cloud, sia per quanto riguarda l’utilizzo che del servizio ne faranno gli utenti, sia per quanto riguarda l’implementazione e l’attivazione della soluzione stessa.

Provate a pensare infatti di introdurre in Azienda l’adozione di un software che sia complicato da utilizzare e che non porti reali benefici agli utilizzatori stessi! Il boicottaggio è dietro l’angolo e tutto lo sforzo fatto fino a quel punto per implementare la soluzione potrebbe vanificarsi in pochi giorni a causa della mancata adesione degli utilizzatori finali.

Ecco quindi che un software di Comunicazione Unificata in Cloud deve avere tre caratteristiche:

  • avere un interfaccia utente semplice e adatta ad ogni utilizzatore, che sia un App su PC, su Smartphone o un telefono da scrivania la parola d’ordine deve essere “user-friendly”
  • apportare benefici tangibili all’utilizzatore finale, ad esempio semplificandogli il lavoro per renderlo più “agile” e meno dispendioso
  • disporre di un supporto tecnico che possa introdurre gli utilizzatori alla corretta adozione delle funzionalità del software, magari corredata da una serie di video tutorial

Semplice però deve essere anche l’implementazione e l’attivazione, con una soluzione che non comporti complicate infrastrutture di rete o installazioni di dispositivi (firewall o SBC) o software di sicurezza (VPN) esterni all’applicazione stessa.

 

2 – Sicurezza

Quando si parla di Cloud spesso si è frenati dalla “sicurezza”, dal fatto che qualcosa che sto utilizzando non è all’interno del perimetro fisico dell’Azienda, ma nel “Cloud”.

D’altronde siamo oramai nel 2022 e il mondo si è evoluto ed ognuno di noi utilizza soluzione basate sul cloud, che sia lo storage per le foto personali, l’abbonamento a siti di streaming e così via.

E’ certo però che una soluzione di Comunicazione Unificata in Cloud (UCaaS) deve essere pensata sicura dall’inizio (secure by design), sia nelle sue componenti software sia in quelle hardware, quali terminali telefonici o gateway.

L’ideale è disporre di una soluzione completa della quale si ha il totale controllo e la sicurezza di aggiornamenti software costanti e garantiti per tutta la durata del contratto. Collegare ad esempio telefoni di terze-parti, se non correttamente gestiti nel tempo, potrebbe essere una falla di sicurezza da non sottovalutare.

 

3 – Hardware as a Service

Una soluzione di Centralino in Cloud per poter essere appetibile a qualsiasi tipo di Azienda deve sì disporre di App da installare su PC e Smartphone per Comunicare, ma deve altresì disporre di terminali telefonici da scrivania o cordless per tutte quelle esigenze che lo richiedono.

A differenza di qualche anno fa però, il rischio di obsolescenza di questi apparati potrebbe compromettere l’investimento in poco tempo.

L’evoluzione dei software, delle politiche di sicurezza e del modo di lavorare infatti potrebbero rendere necessaria la sostituzione di quell’hardware acquistato oggi, ma che tra qualche anno potrebbe non essere più idoneo o addirittura necessario.

Ecco quindi che una soluzione “Hardware as a Service” (HWaaS), grazie alla quale telefoni, gateway e cuffie vengono considerate come un servizio, diventa una soluzione ideale e conveniente per l’Azienda che la adotta.

Scopri di più su questo aspetto qui: HWaaS, la soluzione senza rischi per te e la tua Azienda

 

4 – Flessibilità

In questi ultimi due anni e mezzo in qualche modo ci siamo abituati alla “flessibilità” nel modo di lavorare, l’adozione dello “Smart Working” e l’evoluzione continua delle esigenze all’interno dell’Azienda ci ha insegnato che tutto può cambiare.

Basta quindi a contratti pluriennali capestri che legano le mani all’Azienda per anni e anni!

Anche durante lo svolgimento del contratto ci deve essere la flessibilità per poter cambiare la quantità di licenze/postazioni necessarie e la tipologia delle stesse, per meglio adattarsi alla mutevole situazione lavorativa che ci aspetta in futuro.

 

5 – Connettività adeguata

L’ultimo aspetto che voglio affrontare è quello della connettività Internet, è infatti necessaria una connettività adeguata per far sì che i telefoni e/o le app possano raggiungere il Centralino in Cloud  e funzionare correttamente.

Questo significa che la rete Internet esistente verrà “gravata” anche del traffico dati generato dai terminali telefonici. Sì tratta in realtà di poche decine di Kbps per utente e soprattutto per conversazione, ma è bene tenere in considerazione anche questo aspetto in funziona della quantità di utilizzatori coinvolti.

Se poi con le App di Collaborazione oltre che le chiamate vocali vengono gestite anche videochiamate o videoconferenze, ecco che i pochi Kbps diventano qualche Mbps di banda necessaria affinché tutto funzioni alla perfezione.

In determinate situazioni è da considerare l’opzione di adottare una connettività dedicata al traffico voce, al fine di garantire la banda necessaria senza intaccare il collegamento dati dell’Azienda.

In linea di massima va inoltre valutata la possibilità di dare priorità al traffico dati per la voce rispetto al traffico standard, al fine di avere sempre una buona qualità della voce.

 

Infine possiamo dire che la migliore strategia è quella del cambiamento, perché rimanere fermi significherebbe perdere strada sulla concorrenza e non sapersi adeguare al mercato.

Il consiglio è quindi è quello di non rimandare la scelta della soluzione di Comunicazione in Cloud, per questo come SEN mettiamo a disposizione la nostra competenza ed esperienza e la forte Partnership che ci lega da 10 anni con Wildix, il più importante vendor Europeo di soluzioni UCaaS.

 

About the Author: Alessandro Battivelli

UCC Specialist - Aiuto le Aziende nel loro percorso di Digital Transformation. Appassionato di nuove tecnologie, di Unified Communication e Cyber Security nonché Smart Worker.

Iscriviti per ricevere le ultime News

Ricevi gratuitamente la nostra Newsletter mensile

Può interessarti anche